Dix Libris

La mia storia sentimentale della letteratura

di Gioele Dix 


Alcuni dei nostri migliori amici vivono allineati su uno scaffale, in casa nostra. Sono i libri, meravigliosi compagni capaci di mantenere più di quanto promettono. Sono i protagonisti di questa esplorazione di Gioele Dix tra i romanzi e le poesie che gli hanno cambiato la vita, un piccolo canone personale che non ha la pretesa di essere autorevole, tanto meno l’illusione di essere esaustivo, ma vuole condividere esperienze di vita, scoperte fatte tra le righe, passioni divampate e mai spente.  E cosi, in fondo, che si trasmette il salvifico contagio chiamato “lettura”. E dunque il regalo audace di un padre propizia l’incontro con Orwell e le peregrinazioni di un giovane teatrante quello con Brecht; Groucho Marx va a braccetto con Wisława Szymborska e i classici di Italo Calvino se la giocano con il capolavoro di Kressman Taylor. Si compone cosi, copertina dopo copertina, un racconto corale e intimo, fatto di giorni e di parole; un racconto in cui ciascuno avrà modo di ritrovare amici perduti, e incontrare insospettabili complici.  “Ho fatto dello slalom la mia specialità, mi sono intrufolato fra i generi, ho seguito passioni momentanee, ho fatto scoperte clamorose e tardive, mi sono perdutamente innamorato di scrittori  e poeti sconosciuti” racconta Dix, e per questo la sua storia minima della letteratura e autenticamente “sentimentale”: personale, appassionata e intrisa di una forma pura di amore, quella dell’uomo  per il suo libro.

 

di

Alcuni dei nostri migliori amici vivono allineati su uno scaffale, in casa nostra. Sono i libri, meravigliosi compagni capaci di mantenere più di quanto promettono. Sono i protagonisti di questa esplorazione di Gioele Dix tra i romanzi e le poesie che gli hanno cambiato la vita, un piccolo canone personale che non ha la pretesa di essere autorevole, tanto meno l’illusione di essere esaustivo, ma vuole condividere esperienze di vita, scoperte fatte tra le righe, passioni divampate e mai spente.  E cosi, in fondo, che si trasmette il salvifico contagio chiamato “lettura”. E dunque il regalo audace di un padre propizia l’incontro con Orwell e le peregrinazioni di un giovane teatrante quello con Brecht; Groucho Marx va a braccetto con Wisława Szymborska e i classici di Italo Calvino se la giocano con il capolavoro di Kressman Taylor. Si compone cosi, copertina dopo copertina, un racconto corale e intimo, fatto di giorni e di parole; un racconto in cui ciascuno avrà modo di ritrovare amici perduti, e incontrare insospettabili complici.  “Ho fatto dello slalom la mia specialità, mi sono intrufolato fra i generi, ho seguito passioni momentanee, ho fatto scoperte clamorose e tardive, mi sono perdutamente innamorato di scrittori  e poeti sconosciuti” racconta Dix, e per questo la sua storia minima della letteratura e autenticamente “sentimentale”: personale, appassionata e intrisa di una forma pura di amore, quella dell’uomo  per il suo libro.

 

Disponibile in

Brossura

eBook

Genere Fuori collana
Edizione 2018
Listino € 17,00
  • Disponibile
  • Acquista

Brossura

eBook