La macchina del caffè

Il rito nazionale

di Gianluca Trivero 


Prendere una tazza di caffè non è solo uno dei gesti più consueti dell’immaginario sociale italiano; fa parte di un vero e proprio rituale di cui le macchine che lo rendono possibile non sono solo strumenti, ma diventano esse stesse protagoniste,oggetti di scena fondamentali che interagiscono con “l’attore” che si accinge a prepararlo e consumarlo. Prepararsi un caffè, fin dal primo diffondersi di questa bevanda, ha sempre richiesto l’interazione tra qualcosa di “artificiale”, meccanico,strumentale e la perizia di chi lo vuole assaporare, che richiede tempo, gesti, persino pensieri, su misura. Il testo, attraverso riferimenti alla storia, all’evoluzione del costume, all’immaginariocinematografico, letterario, artistico e pubblicitario sviluppa un piccolo viaggio attorno al rito del caffè, privato e al tempo stesso collettivo, e ai meccanismi, a volte elementari, in altri momenti elaborati e appariscenti, che tra sbuffi e fruscii,elettronica sofisticata e sempliciguarnizioni, producono una bevanda chenon è solo un ristoro o una distrazione,ma una sorta di piccola grande filosofiadell’attimo fuggente.

di

Prendere una tazza di caffè non è solo uno dei gesti più consueti dell’immaginario sociale italiano; fa parte di un vero e proprio rituale di cui le macchine che lo rendono possibile non sono solo strumenti, ma diventano esse stesse protagoniste,oggetti di scena fondamentali che interagiscono con “l’attore” che si accinge a prepararlo e consumarlo. Prepararsi un caffè, fin dal primo diffondersi di questa bevanda, ha sempre richiesto l’interazione tra qualcosa di “artificiale”, meccanico,strumentale e la perizia di chi lo vuole assaporare, che richiede tempo, gesti, persino pensieri, su misura. Il testo, attraverso riferimenti alla storia, all’evoluzione del costume, all’immaginariocinematografico, letterario, artistico e pubblicitario sviluppa un piccolo viaggio attorno al rito del caffè, privato e al tempo stesso collettivo, e ai meccanismi, a volte elementari, in altri momenti elaborati e appariscenti, che tra sbuffi e fruscii,elettronica sofisticata e sempliciguarnizioni, producono una bevanda chenon è solo un ristoro o una distrazione,ma una sorta di piccola grande filosofiadell’attimo fuggente.

Disponibile in

Brossura

Genere Informazione
Edizione 2013
Listino € 9,00
  • Disponibile
  • Acquista

Brossura

eBook