Sport in Tv

Storia e storie dalle origini ad oggi

di Pino Frisoli 


Lo sport è per la Tv di vitale importanza, è il motore della tecnologia e dei consumi: non a caso l’introduzione sul mercato di qualsiasi innovazione, dalla diretta al colore, dai canali tematici alla pay-per- view, tuttora viene lanciata poco prima di eventi sportivi di grande rilevanza. In questo libro si dà una chiave di lettura dei meccanismi che hanno guidato fino ad oggi la concorrenza – alle volte spietata – in materia sportiva tra i canali privati e quelli di servizio pubblico, ma si racconta anche, con stile vivace e dovizia di particolari, gli eventi e le trasmissioni che hanno fatto la storia della televisione in Italia: dalla prima partita trasmessa in Tv, Juventus-Milan (5 febbraio 1950) alla prima diretta del Giro d’Italia (12 maggio 1953); dal primo Gran Premio di Formula Uno trasmesso (Monza, 13 settembre 1953) alla nascita di trasmissioni storiche come “La Domenica Sportiva” – il programma più longevo della nostra televisione –, passando per “90° minuto”, “Eurogol”, “Il processo del lunedì”, “Mai dire gol”; i programmi sportivi delle Tv della Svizzera italiana, di Capodistria e di Montecarlo; e poi i primi eventi sportivi trasmessi da Canale 5; la nascita della Tv a pagamento e della pay-per- view. Gli autori, attraverso gli episodi e i personaggi che hanno segnato l’immaginario collettivo, ricostruiscono in modo capillare i grandi exploit dell’Italia: dalla finale di Coppa Davis Cile-Italia del 1976 alla finale Italia-Germania Ovest dei Mondiali di Spagna del 1982, da Nicolò Carosio, leggenda della radio-telecronaca sportiva, alla Gialappa’s Band, grillo parlante, irriverente e ironico, del mondo calcistico attuale. Una storia dello sport in Tv ricca di aneddoti e retroscena ma anche un saggio che si propone di evidenziare quanto sia stata grande l’importanza della programmazione sportiva sin dalla nascita di questo mezzo di comunicazione.

di

Lo sport è per la Tv di vitale importanza, è il motore della tecnologia e dei consumi: non a caso l’introduzione sul mercato di qualsiasi innovazione, dalla diretta al colore, dai canali tematici alla pay-per- view, tuttora viene lanciata poco prima di eventi sportivi di grande rilevanza. In questo libro si dà una chiave di lettura dei meccanismi che hanno guidato fino ad oggi la concorrenza – alle volte spietata – in materia sportiva tra i canali privati e quelli di servizio pubblico, ma si racconta anche, con stile vivace e dovizia di particolari, gli eventi e le trasmissioni che hanno fatto la storia della televisione in Italia: dalla prima partita trasmessa in Tv, Juventus-Milan (5 febbraio 1950) alla prima diretta del Giro d’Italia (12 maggio 1953); dal primo Gran Premio di Formula Uno trasmesso (Monza, 13 settembre 1953) alla nascita di trasmissioni storiche come “La Domenica Sportiva” – il programma più longevo della nostra televisione –, passando per “90° minuto”, “Eurogol”, “Il processo del lunedì”, “Mai dire gol”; i programmi sportivi delle Tv della Svizzera italiana, di Capodistria e di Montecarlo; e poi i primi eventi sportivi trasmessi da Canale 5; la nascita della Tv a pagamento e della pay-per- view. Gli autori, attraverso gli episodi e i personaggi che hanno segnato l’immaginario collettivo, ricostruiscono in modo capillare i grandi exploit dell’Italia: dalla finale di Coppa Davis Cile-Italia del 1976 alla finale Italia-Germania Ovest dei Mondiali di Spagna del 1982, da Nicolò Carosio, leggenda della radio-telecronaca sportiva, alla Gialappa’s Band, grillo parlante, irriverente e ironico, del mondo calcistico attuale. Una storia dello sport in Tv ricca di aneddoti e retroscena ma anche un saggio che si propone di evidenziare quanto sia stata grande l’importanza della programmazione sportiva sin dalla nascita di questo mezzo di comunicazione.

Disponibile in

Brossura

Genere Comunicazione
Edizione 2010
Listino € € 16,00
  • Disponibile
  • Acquista

Brossura

eBook