Barbara Scaramucci


Barbara Scaramucci, laureata in giurisprudenza all’università “La Sapienza” di Roma, giornalista professionista dal 1980, Cavaliere al merito della Repubblica, è entrata alla Rai nel 1983, dopo aver iniziato a collaborare come autore testi nel 1977. Nel 1994 ha diretto la Testata Giornalistica Regionale, prima donna a ricoprire l’incarico di direttore giornalistico alla Rai. Da dicembre 1996 a marzo 2014 ha diretto le Teche della Rai, realizzando il primo sistema in Europa di catalogazione multimediale dell’audiovisivo. Sotto la sua direzione, le Teche hanno ottenuto l’inserimento nell’elenco della memoria d’Italia dell’Unesco nel 2000, il premio Italian Web Awards nel 2003, il premio IFTA International Archive TV Awards nel 2011. È stata consigliere di amministrazione di Rai Net e di Rai Trade. Fa parte del Comitato Scientifico dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi del ministero per i Beni Culturali. È coautore del volume Mamma Rai della Le Monnier (premio Diego Fabbri 1997). Con Peppino Ortoleva ha curato L’enciclopedia della radio (Garzanti, 2003). Per Rai Eri ha pubblicato: con Claudio Ferretti, Ricorderai (premio “Ostia Mare di Roma” 2004 e premio speciale del festival del cinema di Salerno), ripubblicato con gli aggiornamenti nel 2014; La vita è tutta un quiz e 1960 le Olimpiadi della Tv. Ha scritto con Francesco Pinto La fabbrica televisiva (Rai Eri, 2007). Nel 2014 è stata curatrice della mostra “1924-2014 La Rai racconta l’Italia”.

Barbara Scaramucci, laureata in giurisprudenza all’università “La
Sapienza” di Roma, giornalista professionista dal 1980, Cavaliere al merito
della Repubblica, è entrata alla Rai nel 1983, dopo aver iniziato a collaborare
come autore testi nel 1977. Nel 1994 ha diretto la Testata Giornalistica
Regionale, prima donna a ricoprire l’incarico di direttore giornalistico alla
Rai. Da dicembre 1996 a marzo 2014 ha diretto le Teche della Rai, realizzando
il primo sistema in Europa di catalogazione multimediale dell’audiovisivo.
Sotto la sua direzione, le Teche hanno ottenuto l’inserimento nell’elenco della
memoria d’Italia dell’Unesco nel 2000, il premio Italian Web Awards nel 2003,
il premio IFTA International Archive TV Awards nel 2011. È stata consigliere di
amministrazione di Rai Net e di Rai Trade. Fa parte del Comitato Scientifico
dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi del ministero per i Beni
Culturali. È coautore del volume Mamma Rai della Le Monnier (premio
Diego Fabbri 1997). Con Peppino Ortoleva ha curato L’enciclopedia della
radio (Garzanti, 2003). Per Rai Eri ha pubblicato: con Claudio Ferretti, Ricorderai
(premio “Ostia Mare di Roma” 2004 e premio speciale del festival del cinema di
Salerno), ripubblicato con gli aggiornamenti nel 2014; La vita è tutta un
quiz e 1960 le Olimpiadi della Tv. Ha scritto con Francesco Pinto La
fabbrica televisiva (Rai Eri, 2007). Nel 2014 è stata curatrice della
mostra “1924-2014 La Rai racconta l’Italia”.

Scritti da Barbara Scaramucci