Bruno Vespa


Bruno Vespa (L’Aquila 1944) ha cominciato a sedici anni il mestiere di giornalista nella sua città e a diciotto le collaborazioni con la Rai. Dopo la laurea in giurisprudenza (con una tesi sul diritto di cronaca) , nel 1968 si è classificato al primo posto in un concorso nazionale per radiotelecronisti ed è stato assegnato al telegiornale. Dal 1990 al 1993 ha diretto il Tg1. dal 1996 la sua trasmissione «Porta a porta» è il programma di politica, attualità e costume più seguito. Per la prima volta nella storia, ci è intervenuto un papa, Giovanni Paolo II, con una telefonata in diretta. Due presidenti della Repubblica – Pertini nel 1979, Ciampi nel 2000 – gli hanno consegnato il Premio Saint-Vincent  per la televisione. Ha scritto: E anche Leone votò Pertini (Cappelli 1978),  Interviste sul socialismo in Europa (Laterza 1980) e, per Mondadori , Telecamera con vista (1993), Il cambio (1994),  Il duello (1995),  La svolta (1996),  La sfida (1997),  La corsa (1998), Dieci anni che hanno sconvolto l’Italia. 1989-2000 (1999), Scontro finale (2000), La scossa (2001), Rai, la grande guerra (2002), Il Cavaliere e il Professore (2003, Premio Bancarella 2004), Storia d’Italia da Mussolini a Berlusconi (2004), Vincitori e vinti (2005), L’Italia spezzata (2006), L’amore e il potere (2007), Viaggio in un’Italia diversa (2008), Donne di cuori (2009).  

Bruno Vespa (L’Aquila 1944) ha cominciato a sedici anni il mestiere di giornalista nella sua città e a diciotto le collaborazioni con la Rai. Dopo la laurea in giurisprudenza (con una tesi sul diritto di cronaca) , nel 1968 si è classificato al primo posto in un concorso nazionale per radiotelecronisti ed è stato assegnato al telegiornale. Dal 1990 al 1993 ha diretto il Tg1. dal 1996 la sua trasmissione «Porta a porta» è il programma di politica, attualità e costume più seguito. Per la prima volta nella storia, ci è intervenuto un papa, Giovanni Paolo II, con una telefonata in diretta. Due presidenti della Repubblica – Pertini nel 1979, Ciampi nel 2000 – gli hanno consegnato il Premio Saint-Vincent  per la televisione. Ha scritto: E anche Leone votò Pertini (Cappelli 1978),  Interviste sul socialismo in Europa (Laterza 1980) e, per Mondadori , Telecamera con vista (1993), Il cambio (1994),  Il duello (1995),  La svolta (1996),  La sfida (1997),  La corsa (1998), Dieci anni che hanno sconvolto l’Italia. 1989-2000 (1999), Scontro finale (2000), La scossa (2001), Rai, la grande guerra (2002), Il Cavaliere e il Professore (2003, Premio Bancarella 2004), Storia d’Italia da Mussolini a Berlusconi (2004), Vincitori e vinti (2005), L’Italia spezzata (2006), L’amore e il potere (2007), Viaggio in un’Italia diversa (2008), Donne di cuori (2009).  

Scritti da Bruno Vespa